1974 – 2019: 45 anni di tifo a Terni

0
337
”Pubblicita”

Era il 1974, era un anno di piombo e di contestazione, ed era l’anno del divorzio legalizzato in Italia, era un anno plumbeo e vivo, come era plumbea e viva l’Italia di quegli anni, che nonostante i problemi dati dalla grave crisi energetica del 1973, si ribellava e cercava nuovi di stili di vita, che non erano conformi a quello piccolo borghese, che le era stato imposto negli anni precedenti, ed era un Italia che cercava una ribellione totale anche nello sport , dove il comportamento autoritario ed elegante, imposto dalla società dell’epoca, stava stretto alle nuove generazioni, di quel periodo, che volevano la libertà di esprimersi anche li, soprattutto in una realtà popolare ed inquieta come Terni, dove la promozione della Ternana in serie A aveva fatto si che alcuni ragazzi, oltre alle partite, vedessero dal vivo i primi gruppi ultras italiani che venivano a Terni tifare le proprie squadre, e così nell’anno della seconda promozione in serie A nacque gruppo Ultras della Ternana chiamato da i suoi componenti ULTRAS TERNANA INFERNO ROSSOVERDE, il primo striscione venne messo alla curva est dello Stadio Libero Liberati di Terni che all’epoca era il settore dove i biglietti costavano di meno, e che si trovava dietro alla porta, per permettere a tutti di venire a tifare la Ternana senza spendere troppo, e per incitare la Ternana dalla porta (oppure ad intimorire i giocatori avversari se questi stavano da quel lato del campo).Questi giovani dell’epoca, pur essendo in maggioranza di estrazione popolare, e pur essendo all’inizio malvisti dai tifosi più anziani,divennero riferimento per molti giovani della città umbra ed è così che nacque il tifo a Terni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here