Ferelle: con il Montesilvano che spettacolo in un Pala Di Vittorio infernale

    0
    384
    ”Pubblicita”

    Iniziare dall’atmosfera di un Palazzetto per un articolo di cronaca di una gara è poco consono, ma chi oggi è stato al Pala Di Vittorio potrà capirne il perché. Oggi la tribuna dei tifosi rossoverdi ha fatto la differenza e il frastuono di alcuni minuti è stato a dire poco furioso. A dire che sembrava uno stadio sudamericano è dire il giusto e così tra grida, cori, trombe e tamburi, le Ferelle ritrovano con una prestazione superba, anche se con qualche sbavatura nel finale, il proprio sesto uomo in campo. Pronti via l’aria differente si capisce fin dal riscaldamento: le ragazze di Paca sentono la gara e vogliono, dopo una settimana di allenamenti intensi, dimostrare che la partita di Coppa è dipesa da tutto meno che da un divario tecnico tattico. L’andata a Chieti terminò con un pari e anche oggi così sarà. Le due formazioni più in palla del campionato non riesco a prevaricare l’una sull’altra. Pronti via la partita viaggia su ritmi pazzeschi e basta guardare i nomi in campo per stropicciarsi gli occhi. Vanessa ruba palla e serve Tampa al centro, la numero cinque non sbaglia da cecchina quale è e la butta dentro correndo poi sotto i tifosi a braccia aperte. Il Montesilvano non si scompone e dopo un paio di occasione decide di controllare la partita. Un fallo di mano chiaro di Elpidio non viene sanzionato e il pubblico capisce che serve quella spinta in più negli ultimi minuti del primo tempo facendo diventare il Pala Di Vittorio una bolgia. Dalla panchina Salinetti è costretta a chiedere di abbassare i decibel durante il time out tanto era il frastuono. Il pubblico capisce e si prende trenta secondi di pausa. Fine primo tempo con le Ferelle meritatamente in vantaggio, anche se le due occasioni sprecate con Vanessa e Lucileia fanno venire il rimorso alle rossoverdi.

    Secondo tempo che inizia subito a ritmi alti, dopo sette minuti, fallito il raddoppio rossoverde con Amanda è il Montesilvano che passa: lancio lungo su Neka, Amparo prende il tempo dell’anticipo e Da Rocha non sbaglia da pochi centrimetri. Le Ferelle non si abbattono e continuano il loro gioco, sembrano avere più gamba e ad avere più voglia di portare a casa la posta in gioco. Tampa è incontenibile e nel giro di pochi minuti le abruzzesi devono fare tre falli uno dietro l’altro. Ancora un paio di occasioni per Vanessa e Lucileia fallite, come un fulmine a ciel sereno arriva il raddoppio delle bianco azzurre. Angolo battuto velocemente dentro l’area: Salinetti non trattiene ed Elpidio la butta dentro di rapina. Le Ferelle non ci stanno e a quattro dalla fine mettono il portiere di movimento con Vanessa. Il giro palla non è subito velocissimo, ma efficace. Dopo un minuto un’azione tutta di prima manda in corto circuito la difesa abruzzese: fallo di mano di Borges ed è rigore. Va Vanessa sul dischetto che scarica una botta micidiale alla destra di Sestari. Il Pala Di Vittorio esplode e gli ultimi due minuti sono puro spettacolo. Tutte e due le squadre si affrontano a viso aperto: in due contropiedi il Montesilvano rischia di andare in gol poi è Lucileia che non la butta dentro. Subito dopo Amanda a porta vuota si fa parare da Sestari in spaccata un gol fatto. Finisce così tra gli applausi del pubblico e qualche sfottò uno spettacolo incredibile forse il più bello di tutta la stagione fino a questo momento.

    Ufficio Stampa Ternana Calcio Femminile

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here