Franco Selvaggi, lo Spadino Ternano campione del mondo con l’Italia nel 1982

0
69
”Pubblicita”

Lucano di nascita ma Ternano d’adozione, poiché nella squadra rossoverde dell’Umbria ha passato quasi dieci anni, con gli stessi tifosi ternani ha instaurato un rapporto di amicizia che dura ancora, grazie alla Ternana ha esordito in serie A per poi passare a Torino, Roma, Cagliari ed Inter, e quel soprannome ”Spadino Ternano” per via del fisico esile ma dal carattere disciplinato e d’acciaio che gli permise di segnare a ripetizione in serie A.

venuto a Terni giovanissimo, rimane nelle giovanili della Ternana per quasi dieci anni esordisce con le Fere Umbre in serie a, per poi essere ceduto ma grazie ad una volontà di ferro ed una velocità eccezionale, arriva nelle file del Cagliari dove clamorosamente diventa il quarto classificato nella classifica marcatori nel 1979-1980, davanti campioni affermati, e da qui arrivano le chiamate con il Torino di Pianelli e Francesco Graziani, e Bearzot dopo averlo visto in alcune amichevoli lo chiama in Nazionale dove diventa campione del mondo nel 1982 come riserva di Paolo Rossi, poiché la classe e la disciplina di questo lucano-ternano era allo stesso livello dell’attante simbolo del ”mundial” , che conquistò meritatamente insieme agli altri azzurri, poi diventare negli anni successivi compagno di squadra di Rumenigge nell’Inter, per coronare una carriera strepitosa

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here