Il Comunicato della Curva Nord

    0
    387
    ”Pubblicita”

    Nella giornata odierna la Curva Nord ha diramato un comunicato apparso sulla pagina Facebook della tifoseria, in cui si fa chiarezza sui fatti avvenuti a latere della partita di Vis Pesaro – Ternana giocata Domenica 30 Settembre.

    “Purtroppo come troppo spesso accade in questi casi, tante parole vengono dette e scritte senza avere l’intelligenza o il buon senso (soprattutto se si svolge il lavoro di giornalista) di informarsi. Stiamo parlando dei fatti accaduti nel post partita tra Vis Pesaro e Ternana. La notizia è quella diffusa in questi giorni (auspichiamo non in malafede) che addossa la responsabilità ai supporters rossoverdi di tafferugli che hanno portato al ferimento di un dirigente della squadra mobile di Pesaro. La realtà è ben diversa, ci limitiamo solamente a raccontare alcuni fatti: una macchina di tifosi rossoverdi parcheggiata in una via adiacente allo stadio è stata oggetto di danneggiamenti, la notizia è girata durante il deflusso dei tifosi ospiti creando una certa apprensione ma in un contesto di completa tranquillità, fino all’arrivo di tre camionette delle forze dell’ordine. Da lì a seguito di un comportamento inspiegabile quanto inaspettato soprattutto in virtù (lo ripetiamo) di una situazione di totale tranquillità è scaturito il malore al dirigente della mobile ma anche il ferimento di diversi tifosi e il danneggiamento di alcuni mezzi. Non è nostra volontà né consuetudine cercare giustificazioni, ma da cittadini auspichiamo che venga fatta chiarezza sulla vicenda. Certi comportamenti (sottolineati anche da alcune forze dell’ordine presenti) non fanno altro che alimentare un clima di insicurezza e di tensione tutt’altro che necessari. In particolare non vorremmo che, come troppo spesso accade, si sfrutti il nome degli ultras come capri espiatori. Questa nostra preoccupazione è ancor più avvalorata dopo che, nella giornata odierna, sono uscite alcune affermazioni con il quale si vuole imporre una versione dei fatti che però desta diverse perplessità. Prima di tutto si tende ad evidenziare più volte come le immagini video sono di scarsa qualità a causa del buio e dell’impianto di videosorveglianza (addirittura potenziato) che in quel tratto non riprende. Si parla della caccia al pesarese quando si sottolinea che i tifosi pesaresi sono già tutti lontani. Il vicequestore (non in uniforme) viene colpito da dietro (pertanto senza vedere il responsabile del gesto) a seguito “di una manovra di aggiramento” azione di per se improbabile in una fase di carica. Si parla di fumogeni e bastoni quando nei video pubblicati in rete non ce n’è traccia. La nostra è stata una scelta di vita e siamo sempre pronti a pagare le conseguenze dei nostri errori, ma proprio per questo, è giusto che ognuno si assuma le proprie responsabilità. Invitiamo inoltre chi scrive o qualche sindacalista (alla ricerca di mera visibilità) ad informarsi prima di cercare il titolo ad effetto, perché le parole possono fare molti più danni degli ultras”.

    CURVA NORD TERNI

     

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here