Quando a Terni, un Re ed un Papa si incontrarono, e nacque il Regno d’Italia

0
93
”Pubblicita”

Il Castello di Terni, una delle grandi fortezze dell’antica Roma, era sopravvissuto alle invasioni barbariche ed era diventato nel ,medioevo una fortezza dove guerrieri re e papi si incontravano per decidere le sorti della penisola italiana dell’epoca, e proprio a Terni nacque ufficialmente il regno Longobardo d’Italia dove un papa ed un re si incontrarono per decidere dell’unità della penisola italiana e ricreare quel ”Regnum Italicum et Romanorum” che aveva creato l’Impero Romano che nel bene e nel male fece la storia del mondo, e i barbari germanici che lo avevano fatto crollare adesso cercavano di ricostruirlo combattendosi gli uni contro gli altri.

In quell’epoca, Terni divenne una città su una frontiera pericolosa, poiché per il potere assoluto, il Regno d’Italia Longobardo, ed il Regno Pontificio alleato dell’Impero Bizantino, il Vecchio Impero Romano D’Oriente, che pur essendo greco, continuava a ritenersi legittimo erede, e questi tre regni, guerreggiavano, per il dominio assoluto, a ridosso della città umbra, la quale divenne però un fortino di fieri guerrieri, legato al governo longobardo, e che a più riprese, riuscì a tenre lontano, sia l’esercito del Papa, che le truppe greche-bizantine, che tentavano di invaderlo. La fedeltà dei ternani, al Regno Longobardo, era di tipo sociale, poiché Liutprando, aveva legalmente abolito la schiavitù, liberato gli schiavi della città di Terni, rendendoli uguali agli altri cittadini, e dato stabilità alla penisola Italiana. Per ricompensare gli umbri della loro fedeltà, il Re Liutprando, decise di incontrare il Papa Zaccaria, qui a Terni, e proprio qui a Terni nacque ufficialmente nel 743, il ”Regnum Italicum Longobardorum”, che nel medioevo ricreò l’Unita d’Italia, che mancava dai tempi di Roma

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here