Ternana-Bari: nuovo Daspo con condanna a 6 mesi e multa di 6000 euro per il ‘Bocia’.Il legale: «Provvedimento sproporzionato»

    0
    89
    ”Pubblicita”

    Lo scorso 13 marzo in occasione del match tra Ternana e Bari, il 47enne Claudio Galimberti per tutti il ‘Bocia’ storico leader dell’Atalanta era stato arrestato dalla Digos di Terni per aver violato il Daspo a cui era sottoposto.

    Nella giornata odierna è arrivata la sentenza emessa dal giudice Biancamaria Bertan del tribunale di Terni che condanna il ‘Bocia’ a 6 mesi di reclusione, pena sospesa, ed una multa di 6 mila euro, con l’accusa che di mesi di reclusione ne aveva chiesti 10.

    Per il ‘Bocia’ è scattato quindi un altro Daspo, emesso dalla questura di Terni, per la durata di 8 anni con l’obbligo di firma presso i carabinieri di Marotta, nelle Marche ogni volta che la Ternana disputerà una partita di calcio.

    «Rispetto alla condanna inflitta – comunica l’avvocato Lorenzo Filippetti, difensore di Galimberti insieme al collega Federico Riva di Bergamo -, faremo sicuramente appello. Ciò che colpisce è l’entità e la natura di questo nuovo Daspo. Il nostro assistito aveva raggiunto Terni senza rappresentare un pericolo per gli altri, partecipando ad una situazione in cui erano coinvolte molte altre persone. Il Daspo in questione, con l’obbligo di firma, è estremamente limitativo rispetto alla sua vita quotidiana, alla sfera personale. Ci sembra sinceramente sproporzionato e ci attiveremo per ottenerne una revisione sostanziale».